via XX Settembre, 30 | Legnano | MI
+39 0331 428811
info@sabicom.com

Corte UE: Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori

Corte UE: Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori

Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori

Corte UE: Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori

Un’importante novità che riguarda da vicino l’attività dei consulenti del lavoro sta per arrivare con la sentenza della corte di giustizia dell’unione europea che ha reso obbligatorio per i datori di lavoro di tutti gli Stati membri la misurazione e registrazione dell’orario (e degli straordinari) dei dipendenti, in modo “oggettivo, affidabile e accessibile“. 

Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori: la Corte di Giustizia UE

Come recita la sentenza della Corte di Giustizia UE, senza misurazione dell’orario di lavoro (e degli straordinari), non c’è modo di far rispettare i diritti dei dipendenti. Di conseguenza, continua la Corte, le normative nazionali degli Stati membri che non prevedono uno strumento di misurazione oggettivo, affidabile e accessibile, non sono idonee “a garantire l’effetto utile dei diritti conferiti dalla Carta (la Carta dei diritti fondamentali, ndr) e dalla direttiva sull’orario di lavoro, poiché essa priva sia i datori di lavoro sia i lavoratori della possibilità di verificare se tali diritti sono rispettati“. 

Obbligo di registrare orario e straordinari dei lavoratori: gli Stati membri

La palla, dunque, passa a tutti gli Stati membri, a cui la sentenza richiede di imporre ai datori di lavoro l’obbligo di adottare questo sistema oggettivo, accessibile e affidabile di misurazione, lasciando loro la decisione sulle modalità di attuazione pratica. 

Ed è proprio qui, che entra in gioco il ruolo, la professionalità e la competenza dei Consulenti del Lavoro, chiamati direttamente in causa per due motivi. 

Da un lato, infatti, a tutti i professionisti servono dati precisi sulle ore lavorate dai dipendenti delle loro aziende clienti per poter elaborare le buste paga, dall’altro, sono coloro che hanno l’importante ruolo di informare e formare le PMI sugli obblighi normativi. 

In un momento dove lo smart working si sta consolidando come modello di successo, dove l’innovazione rappresenta un punto di riferimento per le nostre aziende, la presenza di innovative e dedicate soluzioni digitali consente di automatizzare la rilevazione, lagestione e l’elaborazione dei dati relativi alle presenze e agli orari, anche in modo integrato con il servizio di elaborazione paghe.

Insomma, grazie a software di gestione presenze condivisi e integrati è possibile velocizzare i processi e azzerare gli errori manuali di compilazione. 

Per conoscere la migliore soluzione per la tua Azienda, contattaci per una consulenza gratuita e una demo.

 

    Richiedi informazioni