Decreto fiscale 23 ottobre 2018 n.119. La Fatturazione Elettronica

È entrato in vigore il 24 ottobre 2018 il nuovo Decreto Fiscale n.119, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 23 ottobre.

Una svolta importante che prevede novità non solo in materia di Pace Fiscale, ma anche sull’obbligo di fatturazione elettronica, che prevede l’entrata in vigore dal 1 gennaio 2019.

Il Capitolo II “Disposizioni in materia di semplificazione fiscale, tocca proprio questo tema.

Nessuna revoca, quindi. Dal 1 gennaio 2019 saranno in molti a doversi attrezzare per la fatturazione elettronica: emissione, ricezione, conservazione.

La fatturazione elettronica è un sistema digitale che permette di abbandonare l’utilizzo del cartaceo, di velocizzare le procedure e di contenere l’evasione fiscale. Restano per ora esonerati gli operatori che rientrano nel regime di vantaggio, forfettario e i piccoli produttori agricoli.

Cosa prevede il nuovo Decreto Fiscale in materia di fatturazione elettronica:

Art. 10 – Disposizioni di semplificazione per l’avvio della fatturazione elettronica
Art. 11 –  Disposizioni di semplificazione in tema di emissione delle fatture
Art. 12 – Disposizioni di semplificazione in tema di annotazione delle  fatture emesse
Art. 13 – Disposizioni  di semplificazione in tema di registrazione degli acquisti
Art. 14 – Semplificazioni in tema di detrazione dell’IVA
Art. 15 – Disposizione di coordinamento in tema di fatturazione elettronica
Art. 16 – Giustizia tributaria digitale
Art. 17 – Obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi
Art. 18- Rinvio lotteria dei corrispettivi

In particolare:

  • Sanzioni ridotte per il primo semestre:

«Per il primo semestre del periodo d’imposta 2019 le sanzioni di cui ai periodi precedenti: a) non si applicano se la fattura è emessa con le modalità di cui al comma 3 entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 100; b) si applicano con riduzione dell’80 per cento a condizione che la fattura elettronica sia emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto del periodo successivo».

  • Invio differito entro 10 giorni:

Possibilità per i contribuenti di inviare la fattura entro 10 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione, in deroga all’obbligo di invio il giorno stesso. Ai fini di una corretta detrazione IVA sarà necessario inviare la fattura entro il 15esimo giorno del mese successivo. Questa semplificazione entrerà in vigore a partire dal 1° luglio 2019.

  • Trasmissione telematica dei corrispettivi:

Obbligo di registrazione sul registro dei corrispettivi, mediante la memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate: dal 1 luglio 2019 per i soggetti con fatturato superiore a 400.000 euro; dal 1 gennaio 2020 per tutti i soggetti che effettuano operazioni di commercio al dettaglio.

Leggi il testo completo sulla Gazzetta Ufficiale.

Scopri la soluzione di Sabicom per la fatturazione elettronica: Fatturare.Online, la piattaforma semplice e completa su misura per la tua attività.

Diventa nostro Rivenditore, contattaci e scopri i vantaggi a te riservati.